Significato adhoc: sinonimi, contrari, frasi ed esempi

La parola adhoc è comunemente utilizzata in vari contesti, ma il suo significato principale è quello di riferirsi a qualcosa creato o organizzato in maniera specifica per rispondere a una necessità immediata e temporanea. Questo termine, infatti, deriva dalla locuzione latina “ad hoc” che significa “per questo”, ovvero qualcosa che è stato pensato e realizzato appositamente per soddisfare una determinata esigenza.

Il significato di adhoc è quindi intrinsecamente legato alla rapidità e alla flessibilità nell’adattamento alle situazioni impreviste o di emergenza. Può essere utilizzato per descrivere una soluzione temporanea e improvvisata, ma anche per indicare un’azione specifica che viene compiuta in modo rapido e mirato.

Una delle aree in cui il termine adhoc viene spesso utilizzato è quella informatica. Ad esempio, un sistema informatico adhoc è una rete temporanea creata per soddisfare le esigenze di connettività in un determinato momento. In questo caso, la soluzione viene creata al volo per risolvere una specifica situazione di connettività o di comunicazione.

Anche in campo lavorativo, la parola adhoc è spesso utilizzata per descrivere una soluzione creativa che viene messa in pratica in modo rapido per rispondere a una necessità immediata. Ad esempio, una riunione adhoc è una riunione improvvisata e organizzata al volo per discutere un problema urgente.

In sintesi, il significato di adhoc è quello di indicare qualcosa che viene creato o organizzato in modo rapido e specifico per rispondere a una necessità temporanea. Questo termine è utilizzato in vari contesti, sia informatici che lavorativi, per indicare soluzioni temporanee e improvvisate. La flessibilità e la rapidità nell’adattamento alle situazioni impreviste sono le principali caratteristiche che definiscono il significato di adhoc.

Sinonimi di adhoc

Ecco alcuni sinonimi della parola adhoc con una breve descrizione:

– Improvvisato: qualcosa realizzato in modo improvviso e non programmato.
– Temporaneo: qualcosa che serve solo per un periodo limitato di tempo.
– Occasionale: qualcosa che si verifica solo in determinate circostanze o situazioni.
– Provvisorio: qualcosa che viene utilizzato solo in attesa di un’alternativa più definitiva.
– Casuale: qualcosa che accade in maniera casuale e non prevedibile.
– Emergenziale: qualcosa creato per rispondere a una situazione di emergenza o urgente.

I suoi contrari

Ecco alcuni contrari della parola adhoc con una breve descrizione:

– Pianificato: qualcosa che è stato organizzato in modo preciso con tempistiche e procedure ben definite.
– Definitivo: qualcosa che è stato pensato in modo duraturo e stabile, invece che temporaneo e provvisorio.
– Programmatico: qualcosa che segue un preciso programma o piano, invece che essere improvvisato.
– Permanente: qualcosa che è stabile, costante e destinato a durare nel tempo, invece che essere temporaneo.
– Standard: qualcosa che segue regole e procedure standardizzate e condivise da tutti, invece che essere personalizzato.
– Organizzato: qualcosa che è stato predisposto in modo ordinato e strutturato, invece che essere creato al volo.

Frasi con la parola adhoc ed esempi

1. Dato l’insolito afflusso di visitatori alla mostra, il personale ha organizzato una guida adhoc per soddisfare le esigenze dei partecipanti.
2. La squadra di sviluppo ha creato una soluzione adhoc per risolvere il problema tecnico, ma ora sta lavorando a una soluzione più definitiva.
3. Poiché la presentazione era stata cancellata all’ultimo minuto, abbiamo organizzato una riunione adhoc per discutere gli aspetti chiave del progetto.

Marco Romano