Significato ammenda: sinonimi, contrari, frasi ed esempi

L’ammenda è una sanzione pecuniaria che viene comminata a chi commette una violazione o un reato. Il significato di ammenda risale alla Roma antica, quando veniva utilizzata come una forma di compensazione economica per i danni causati.

L’ammenda, dunque, pone l’accento sulla riparazione del danno causato. Il suo scopo non è tanto quello di punire il colpevole, quanto di ripristinare l’equilibrio sociale e giuridico che è stato violato. In questo senso, l’ammenda assume una valenza riparatrice e rieducativa, piuttosto che repressiva.

Il significato di ammenda è strettamente legato alle norme che regolamentano il comportamento delle persone all’interno della società. La sua funzione è quella di garantire il rispetto di queste norme e di prevenire comportamenti devianti.

L’ammenda può essere comminata da una varietà di autorità, a seconda della natura della violazione o del reato. Ad esempio, le ammende per le infrazioni stradali sono solitamente comminate dalle forze dell’ordine, mentre quelle per le violazioni fiscali sono di competenza dell’Agenzia delle Entrate.

Il valore dell’ammenda varia a seconda della gravità della violazione o del reato. In alcuni casi, può essere fissato in base a una tabella prestabilita; in altri, viene deciso caso per caso dalle autorità competenti.

In conclusione, il significato di ammenda è quello di una sanzione pecuniaria che mira a riparare il danno causato e a ripristinare l’equilibrio sociale e giuridico. Nonostante la sua funzione riparatrice e rieducativa, l’ammenda non è priva di aspetti controversi, come il rischio di discriminazione economica nei confronti di chi ha meno mezzi.

Sinonimi di ammenda

Ecco alcuni sinonimi della parola ammenda:

– Sanzione pecuniaria: una multa che deve essere pagata dal colpevole per la violazione commessa.
– Punizione pecuniaria: una sanzione monetaria comminata come punizione per un’infrazione o un reato.
– Contributo di solidarietà: un pagamento che deve essere effettuato dal colpevole come contributo alla riparazione del danno causato.
– Sanzione monetaria: una sanzione che prevede il pagamento di una somma di denaro da parte del colpevole.
– Risarcimento: un pagamento che il colpevole deve effettuare per riparare il danno causato alla vittima o alla società.

I suoi contrari

Di seguito sono riportati alcuni opposti della parola ammenda:

1. Assoluzione: liberazione dal pagamento di una sanzione pecuniaria.
2. Proscioglimento: il rilascio dal pagamento di una sanzione pecuniaria dopo essere stato giudicato colpevole.
3. Esonero: la liberazione dal pagamento di una sanzione pecuniaria per un motivo specifico.
4. Rimborso: il pagamento di una somma di denaro in sostituzione di un’ammenda già pagata.
5. Gratifica: una somma di denaro ricevuta come ricompensa o premio invece di una sanzione pecuniaria.

Frasi con la parola ammenda ed esempi

1. Il conducente del veicolo è stato multato con un’ammenda di 100 euro per aver sorpassato un semaforo rosso.
2. L’impresa è stata sanzionata con un’ammenda di 10.000 euro per aver violato le norme ambientali inquinando il territorio circostante.
3. Il proprietario dell’immobile è stato condannato al pagamento di un’ammenda di 5.000 euro per aver abusivamente modificato la struttura del suo edificio senza autorizzazione.

Elisabetta Mariani