Significato cicisbea: sinonimi, contrari, frasi ed esempi

La parola “cicisbea” è di origine italiana e ha avuto un significato particolare durante il XVIII secolo. Essa si riferisce ad una figura maschile che accompagnava una donna di alto rango sociale, sposata o non, senza avere un legame di tipo sentimentale. Questo comportamento, purtroppo, era molto comune in quel periodo storico, poiché le donne non avevano la libertà di muoversi liberamente o di avere relazioni extraconiugali.

La pratica della cicisbeismo era molto diffusa tra la nobiltà europea del Settecento e si basava su una serie di regole ben precise. Il cicisbeo doveva essere un uomo di buona cultura e dotato di una buona conversazione, in grado di intrattenere la donna che lo aveva scelto come accompagnatore. Inoltre, egli doveva essere estremamente discreto e rispettare le convenzioni sociali dell’epoca.

Il termine “cicisbea” deriva dallo spagnolo “cicisbeo” che significa “compagno di vita”. Tuttavia, il significato di questa parola si è evoluto nel tempo. Oggi, il termine “cicisbea” viene utilizzato per descrivere una donna che ha una relazione con un uomo sposato o impegnato in una relazione sentimentale. Questo comportamento, naturalmente, viene considerato immorale e non accettabile nella società moderna.

In Italia, la figura del cicisbeo è stata rappresentata in molte opere letterarie e teatrali. Tra le più famose, si possono citare “Il ventaglio” di Carlo Goldoni e “Le convenienze ed inconvenienze teatrali” di Donizetti, dove la figura della cicisbea viene descritta in modo ironico e sarcastico.

In conclusione, il significato di cicisbea è legato ad una pratica sociale dell’epoca settecentesca e oggi viene utilizzato per descrivere un comportamento immorale e non accettabile nella società moderna. Tuttavia, la figura del cicisbeo ha lasciato un segno indelebile nella cultura europea e continua ad essere rappresentata in molte opere letterarie e teatrali.

Sinonimi di cicisbea

Ecco alcuni sinonimi della parola “cicisbea”:

1. Amante di un uomo sposato: una persona che ha una relazione sentimentale con un uomo sposato o impegnato.
2. Compagna di vita: una figura che accompagna una donna di alto rango sociale, senza necessariamente avere un legame sentimentale.
3. Dama di compagnia: una donna che assiste e accompagna una persona di alto rango sociale.
4. Favorita: una persona che gode della preferenza di qualcuno, spesso a livello sentimentale o sessuale.
5. Amica intima: una persona che ha un rapporto di grande affetto e confidenza con un’altra persona.

I suoi contrari

1. Persona fedele al proprio partner: una persona che resta fedele al proprio partner senza avere relazioni extraconiugali.
2. Persona autonoma: una persona che è indipendente e non ha bisogno di un partner per sentirsi appagata.
3. Persona discreta: una persona che non divulgare i propri segreti o quelli di altri e rispetta la privacy altrui.
4. Persona morale: una persona che si attiene a principi morali e non infrange le regole sociali o etiche.
5. Persona onesta: una persona che non inganna o tradisce gli altri, ma si comporta in modo corretto e leale.

Frasi con la parola cicisbea ed esempi

1. Nel XVIII secolo, la figura del cicisbeo era comune tra le donne di alto ceto, che venivano accompagnate da un uomo di buona cultura e conversazione senza che vi fosse un legame sentimentale o di tipo romantico.

2. La pratica della cicisbeismo era tanto diffusa tra la nobiltà europea del Settecento, che fu rappresentata in molte opere letterarie, come “Il ventaglio” di Carlo Goldoni, dove l’ironia deriva dal fatto che la cicisbea era una figura socialmente accettata pur essendo moralmente discutibile.

3. Anche se oggi la figura della cicisbea è considerata moralmente riprovevole, negli ultimi anni, la parola è stata utilizzata per descrivere un comportamento che si avvicina molto alla figura del “fidanzato di servizio”, ovvero un uomo che non ha una relazione sentimentale con una donna ma la accompagna a eventi o serate mondane.

Elisabetta Mariani