Significato latifondo: sinonimi, contrari, frasi ed esempi

Il latifondo è un termine che fa riferimento ad una forma di proprietà terriera caratterizzata dalla vastità delle estensioni di terra possedute. Il significato di latifondo è quindi strettamente legato alla dimensione fisica delle proprietà terriere, che spesso superano i 50 ettari di superficie.

Il latifondo è stato a lungo un elemento centrale dell’economia agricola italiana, soprattutto nella parte meridionale del paese dove la presenza di grandi estensioni di terreno ha rappresentato uno dei principali fattori di sviluppo economico. Tuttavia, il latifondo ha anche rappresentato una fonte di problemi e conflitti sociali, dovuti soprattutto alla gestione non equa delle terre e alla concentrazione della proprietà nelle mani di poche famiglie.

Il significato di latifondo è stato al centro di numerosi dibattiti politici e sociali, che hanno portato alla realizzazione di diverse riforme agrarie finalizzate alla redistribuzione delle terre e alla riduzione del potere dei grandi proprietari terrieri.

Oggi, il latifondo rappresenta ancora una realtà presente in alcune parti del paese, soprattutto nelle aree rurali. Tuttavia, il significato di latifondo è stato in parte ridimensionato grazie alla crescita dell’agricoltura di tipo intensivo e alla diffusione di nuove forme di proprietà collettiva che favoriscono la gestione sostenibile delle risorse naturali.

In sintesi, il significato di latifondo è quello di indicare un tipo di proprietà terriera caratterizzata dalla vastità delle estensioni di terra possedute. Questo termine ha rappresentato a lungo un elemento centrale dell’economia agricola italiana, ma ha anche generato conflitti sociali e politici. Oggi, il latifondo rappresenta una realtà ancora presente in alcune parti del paese, ma il suo significato è stato in parte ridimensionato grazie alla crescita dell’agricoltura di tipo intensivo e alla diffusione di nuove forme di proprietà collettiva.

Sinonimi di latifondo

Ecco alcuni sinonimi della parola latifondo:

1. Grande proprietà terriera: fa riferimento ad una vasta estensione di terreno appartenente ad una sola persona o famiglia.
2. Tenuta agricola: si riferisce ad un’azienda agricola di grandi dimensioni, con varie colture e attività.
3. Fattoria: indica una proprietà terriera destinata all’allevamento di animali e alla coltivazione di ortaggi e cereali.
4. Podere: si riferisce ad una proprietà terriera di medie o grandi dimensioni, generalmente gestita da una singola famiglia o coltivatore.
5. Fundus: termine latino che indica una grande proprietà terriera destinata alla coltivazione di piante e alla produzione di alimenti.

I suoi contrari

Ecco alcuni termini che possono essere considerati contrari di “latifondo”:

1. Piccola proprietà terriera: fa riferimento ad una estensione di terreno limitata appartenente ad una singola persona o famiglia.
2. Terreni frammentati: indica una proprietà terriera divisa in più parti, spesso di piccole dimensioni.
3. Proprietà collettiva: si riferisce ad una forma di proprietà terriera in cui il terreno è gestito e diviso tra più persone o comunità.
4. Agricoltura di tipo familiare: indica un’attività agricola gestita da una singola famiglia su una piccola estensione di terreno.
5. Terreni condivisi: fa riferimento ad un’area di terreno accessibile e utilizzabile da più persone o comunità.

Frasi con la parola latifondo ed esempi

1. Nel Sud Italia, il latifondo ha dominato l’economia agricola per secoli, causando una concentrazione della proprietà terriera nelle mani di poche famiglie e sfruttando spesso il lavoro di braccianti poveri.

2. Durante il periodo fascista, il regime ha tentato di contrastare il latifondo attraverso la riforma agraria, che prevedeva la redistribuzione delle terre in favore dei lavoratori e l’istituzione di aziende agricole statali.

3. Oggi, la presenza di latifondi rappresenta ancora una sfida per la gestione sostenibile del territorio e l’inclusione sociale nelle zone rurali, ma la promozione di forme di agricoltura di tipo familiare e collettivo sta contribuendo a ridurre la concentrazione della proprietà terriera e a promuovere un’agricoltura più equa e sostenibile.

Elisabetta Mariani