Significato s.i.c.: sinonimi, contrari, frasi ed esempi

La parola S.I.C. è un acronimo che indica “Sic erat scriptum”, espressione latina che significa “così era scritto”. Questa locuzione viene utilizzata per indicare che un testo o un documento che viene citato riproduce fedelmente l’originale, compresi eventuali errori o incongruenze.

Il significato di S.I.C. è quindi legato alla fedeltà nella riproduzione di un testo. Questa locuzione viene spesso utilizzata in ambito giornalistico o accademico, dove è importante riportare con esattezza le parole di una fonte citata.

Inoltre, l’utilizzo della parola S.I.C. serve anche ad indicare che eventuali errori o incongruenze presenti nel testo originale non sono stati corretti, ma sono stati riportati esattamente come erano scritti. Si tratta quindi di un segnale di onestà intellettuale che permette al lettore di comprendere che eventuali errori presenti nel testo citato non sono stati introdotti dal citante, ma erano già presenti nell’originale.

In alcuni contesti, l’utilizzo della parola S.I.C. può anche essere utilizzato in modo ironico o sarcastico. Ad esempio, se si riporta un errore evidente in un testo, si può utilizzare la locuzione S.I.C. per sottolineare l’errore e ridicolizzarlo.

In definitiva, il significato di S.I.C. è legato alla fedeltà nella riproduzione di un testo e all’onestà intellettuale del citante nel riportare eventuali errori o incongruenze. L’utilizzo di questa locuzione è quindi fondamentale per garantire l’accuratezza e la veridicità delle informazioni riportate.

In conclusione, il significato di S.I.C. è legato alla fedeltà nella riproduzione di un testo e alla trasparenza nel riportare eventuali errori o incongruenze. L’utilizzo di questa locuzione è fondamentale per garantire l’accuratezza e la veridicità delle informazioni riportate, sia in ambito giornalistico che accademico.

Sinonimi di s.i.c.

Ecco alcuni sinonimi di S.I.C. e le relative frasi introduttive:

1. “Come da originale”: questa espressione viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato riprodotto esattamente come era scritto nell’originale.

2. “Letteralmente”: questo termine viene utilizzato per indicare che il testo citato è stato riprodotto esattamente come era scritto, senza alcuna modifica.

3. “Tal quale”: questa espressione viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato riprodotto esattamente come era scritto, senza alcuna correzione o modifica.

4. “Senza correzione”: questa espressione viene utilizzata per indicare che il testo citato non è stato corretto in nessun modo, ma è stato riportato esattamente come era scritto nell’originale.

5. “In altera parte”: questa locuzione viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato riportato esattamente come era scritto nell’originale, compresi eventuali errori o incongruenze.

I suoi contrari

Ecco alcuni contrari di S.I.C. e le relative frasi introduttive:

1. “Modificato”: questa parola viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato corretto o modificato in qualche modo rispetto all’originale.

2. “Rivisto”: questa parola viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato riveduto e corretto rispetto all’originale.

3. “Corretto”: questa parola viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato corretto in modo da eliminare eventuali errori o incongruenze presenti nell’originale.

4. “Adattato”: questa parola viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato adattato o modificato in modo da renderlo più comprensibile o adatto al contesto in cui viene riportato.

5. “Riassunto”: questa parola viene utilizzata per indicare che il testo citato è stato riassunto o sintetizzato rispetto all’originale, eliminando eventuali parti non rilevanti o meno importanti.

Frasi con la parola s.i.c. ed esempi

1. Il politico ha dichiarato: “Non ho mai ricevuto alcuna tangente, s.i.c.”, sottolineando che la sua affermazione era identica a quella riportata dal quotidiano locale.

2. Secondo il testo originale, il dato statistico era sbagliato di un punto percentuale, s.i.c., il che dimostra che anche piccoli errori possono influire sull’interpretazione dei risultati.

3. L’articolo di giornale riportava una citazione di un testimone oculare che sosteneva di aver visto il sospetto in fuga, “correndo come un fulmine, s.i.c.”, ma la polizia ha successivamente precisato che la persona in questione si stava semplicemente allontanando velocemente dalla scena del crimine.

Elisabetta Mariani