Significato tautologico: sinonimi, contrari, frasi ed esempi

Tautologico è una parola che indica un concetto di ripetizione e di eccessiva ridondanza, il cui significato è già implicito nella frase. Il termine tautologico deriva dal greco “tauto”, che significa “lo stesso”, e “logos”, che significa “parola”, e si usa per descrivere un’affermazione o un ragionamento che si ripete in modo superfluo.

Il significato di tautologico si riferisce alla presenza di termini o concetti che non aggiungono nulla di nuovo alla frase. In altre parole, si tratta di una ripetizione inutile di parole o idee già espresse precedentemente. Questo tipo di linguaggio è spesso associato a una mancanza di chiarezza e di precisione nel comunicare un concetto.

Un esempio di frase tautologica potrebbe essere “Il sole splende di giorno durante le ore di luce”. In questo caso, l’aggiunta delle parole “di giorno” e “durante le ore di luce” è superflua, poiché il concetto di luce di giorno è già incluso nella frase.

L’uso di espressioni tautologiche può essere dannoso per la chiarezza e l’efficacia della comunicazione. Inoltre, può portare a una mancanza di credibilità dell’autore o del comunicatore, che non è in grado di esprimere un concetto in modo chiaro e preciso.

Il significato di tautologico è quindi legato alla necessità di evitare la ripetizione inutile di concetti e parole. Questo può essere raggiunto attraverso l’uso di un linguaggio pulito ed efficace, che eviti il ripetersi dei concetti e che metta in luce ciò che è essenziale alla comprensione del messaggio.

In sintesi, il significato di tautologico è quello di indicare un linguaggio ripetitivo e ridondante, che non aggiunge nulla di nuovo alla comunicazione. Evitare l’uso di espressioni tautologiche è essenziale per garantire la chiarezza e l’efficacia della comunicazione.

Sinonimi di tautologico

Ecco alcuni sinonimi della parola tautologico, con una breve frase introduttiva per ciascuno:

1. Ripetitivo – che si ripete in modo eccessivo o superfluo: il discorso è risultato ripetitivo e noioso.
2. Redondante – che contiene parole o concetti inutili o superflui: la descrizione era troppo redondante e poco chiara.
3. Pleonastico – che utilizza parole o espressioni superflue, senza apportare significato aggiuntivo: l’uso pleonastico delle parole ha reso il testo poco scorrevole.
4. Superfluo – che non è necessario o utile alla comprensione del messaggio: il dettaglio fornito era superfluo e non era importante ai fini della conversazione.
5. Ridondante – che contiene informazioni inutili o ripetitive: la sua risposta è stata troppo ridondante e non ha risposto alla domanda posta.

I suoi contrari

1. Essenziale – che contiene solo ciò che è necessario e utile alla comprensione del messaggio: il testo è stato scritto in modo essenziale e chiaro.
2. Conciso – che utilizza poche parole per esprimere un concetto: il suo discorso era conciso e preciso, senza sprechi di parole.
3. Sintetico – che riassume in modo chiaro ed efficace il contenuto: la spiegazione è stata sintetica e completa.
4. Chiaro – che esprime un concetto in modo comprensibile e senza ambiguità: la sua risposta è stata chiara e precisa.
5. Scorrevole – che si legge o si ascolta con facilità e senza intoppi: la relazione era molto scorrevole e interessante.

Frasi con la parola tautologico ed esempi

1. “È tautologico dire che un triangolo ha tre lati, poiché il concetto di triangolo implica già la presenza di tre lati.”
2. “L’uso di espressioni tautologiche è spesso associato a una mancanza di abilità nella comunicazione, poiché indica l’incapacità di esprimere un concetto in modo chiaro ed efficace.”
3. “In un discorso, evitare l’uso di frasi tautologiche è essenziale per garantire la chiarezza del messaggio e il coinvolgimento del pubblico, poiché una ripetizione inutile dei concetti può portare a una perdita di interesse e attenzione.”

Elisabetta Mariani